Piccole catastrofi

Tutto esaurito

Paolo Nani

30 Gennaio 2015
Inizio spettacolo ore 21, durata spettacolo 70 minuti

Foto Piccole catastrofi

A tutti è capitato di avere la sensazione che, a un tratto, ogni cosa si rivolti, che sia il mondo ad avercela con noi, ostacolandoci nei modi più inattesi e crudeli. Paolo Nani, assistito dai gioiosi trucchi del teatro fisico, mette in scena una “rivolta”, che denuncia la nostra limitatezza, ma anche il nostro piccolo eroismo quotidiano nel voler raggiungere un obiettivo andando contro ogni possibile fato. Uno spettacolo in cui si ride e si riflette sul rapporto tra la vita - una strada disseminata di piccole catastrofi - e il teatro, che è controllo totale della scena, del corpo, della voce. Il punto di contatto tra vita e teatro diventano proprio gli incidenti, ciò che sfugge al calcolo e alla premeditazione, e che può volgere tutto in disastro o in liberazione dai limiti della noia di ogni giorno. L’attore diventa oggetto di tutte le sciagure che possono affliggere uno spettacolo teatrale - la distruzione del mixer, la perdita dei trucchi di scena, la ribellione dei microfoni - dando vita a un pezzo di bravura attoriale irresistibile. Si crea una maschera difficile da dimenticare, in miracoloso equilibrio tra divertimento, empatia, intelligenza e puro virtuosismo. La grande preparazione fisica e tecnica di Paolo Nani contribuisce a fare di questo spettacolo un altro piccolo gioiello di precisione e incredibile bravura, destinato ad affiancare La lettera (ospitato in questo teatro nel 2009) nell’antologia internazionale del teatro non verbale.

Di Paolo Nani e Valentino Dragano
Regia Valentino Dragano
Consulenza creativa Nullo Facchini
Musiche ed editing del suono Oliver Nani, Valentino Dragano, Thomas Dinesen
Scenografia e costumi Julie Forchhammer
Consulenza scenografica Sara Topsøe-Jensen
Tecnica e costruzioni Per Aagaard
Una co-produzione tra Paolo Nani Teater e Carte Blanche

Le altre serate