ALDO MORTO

Acquista abbonamento online fino al 13 dicembre

Frosini/Timpano

13 Marzo 2020
Inizio spettacolo ore 21, durata spettacolo 100 minuti

Foto ALDO MORTO

“Desolato, io non c’ero quando è morto Moro. Aldo è morto senza il mio conforto. Quando Moro è morto, non me ne sono accorto. Era il 9 maggio 1978. Non avevo ancora quattro anni. Ma dov’ero io quel 9 maggio? E cosa facevo? A che pensavo?”. Un attore nato negli anni Settanta, che di quegli anni non ha alcun ricordo, partendo dalla vicenda del tragico sequestro di Aldo Moro, trauma epocale che ha segnato la storia della Repubblica italiana, si confronta con l’impatto che questo evento ha avuto nell’immaginario collettivo. In scena, assieme al suo corpo e a pochi oggetti, solo la volontà di affondare fino al collo in una materia spinosa e delicata senza alcuna retorica o pietismo.

di e con Daniele Timpano
disegno luci Dario Aggioli e Marco Fumarola
collaborazione artistica Elvira Frosini - oggetti di scena Francesco Givone
registrazioni, editing audio Marco Fumarola, Marzio Venuti Mazzi
Premio Rete Critica 2012, Premio Nico Garrone 2013 per il progetto “Aldo morto 54”

Le altre serate