Clausura

da La religieuse di Denis Diderot
drammaturgia Elsa Bossi e Giulio Costa
con Elsa Bossi, regia Giulio Costa
produzione Bossi-Costa/Arkadis
in collaborazione con Teatro de LiNUTILE

2005

http://vimeo.com/3776222

scarica la scheda

La religieuse di Diderot è la storia di una giovane monaca che tenta di sciogliere i voti pronunciati non volontariamente. Dal romanzo, all’epoca percepito come una «spaventosa satira sui conventi», si evince una profonda e attuale riflessione sulla libertà. L’incompatibilità fra la Regola e l’eccezione – fra la società e l’individuo – si rende manifesta attraverso lo sguardo deformante del monologo. Protagonista è la clausura che diventa ragione della costruzione, dolorosa e lenta, di un’identità.

"[…] Clausura offre preziosi spunti per meditare su un bene prezioso che nessuno può manipolare quale è la libertà […]." (Maria Valentina Di Stefano La Nuova Ferrara 6.11.2005)
"Una recitazione trattenuta, misurata, limpida nei gesti, nelle espressioni, una grande cura nelle sfumature, una teatralità frenata che, proprio per questo, alla fine, trasmette dense emozioni […] Ottimo teatro." (Valeria Ottolenghi Gazzetta di Parma 9.5.2006)
"[…] messa in scena asciutta, elegante e minimalista […] un lavoro di alto pregio, coraggioso ed originale nella sua poetica drammaturgica." (Vincenzo Iannuzzo La Nuova Ferrara 15.5.2006)
"[…] Eccezionale l’interpretazione di Elsa Bossi, […] Ottima è la regia di Giulio Costa: precisa, innovativa e di spessore." (Marcella Siano teatro.org 16.3.2007)
"[…] 50 minuti che scorrono rapidi e carichi d’ansiosa partecipazione […] Impallidisce così il tema più propriamente religioso per dare spazio a quello “civile”. (Giulio Baffi La Repubblica 18.3.2007)